Renzi, il partito della Nazione e Bassolino di nuovo vicerè

Tutto sta nel mantenere unite le truppe. E’ il compito più difficile, ma non un’impresa impossibile, che Antonio Bassolino dovrà affrontare nei prossimi mesi. E’ l’unico modo per riuscire a tenere fede al ‘patto’ sancito con Renzi durante l’ora di colloquio riservato in Prefettura a Napoli mercoledì scorso, nel quale sono state definite le linee guida di quel che sarà il Pd prossimo venturo in cui il Mezzogiorno e soprattutto Napoli, la sua naturale Capitale, saranno chiamate a recitare un ruolo centrale. Insomma, il Partito della Nazione prende forma e Bassolino ne sarà sicuro protagonista, almeno nelle intenzioni e se riuscirà, appunto, a tenere vivo il consenso (inaspettato e trasversale) che si è andato a concentrare intorno al suo nome alle ultime controverse primarie. Renzi non ha nascosto ad Antonio che la vera partita è rappresentata dal referendum costituzionale di ottobre prossimo e che le elezioni amministrative serviranno, a prescindere dagli esiti al momento per niente confortanti stando ai sondaggi, a fare “un po’ di pulizia” nel partito. Una sfida, in pratica, alle varie consorterie locali che proprio a Napoli hanno provocato l’ennesima figuraccia, come nel 2011, della consultazione per scegliere il candidato sindaco della coalizione. Il loro fallimento servirà a fare chiarezza, a sancire una volta per tutte che l’organizzazione fondata su circoli e sezioni territoriali è roba vecchia, di un’altra epoca, praticamente inutile paccottiglia. Più spazio, dunque, ai “comitati referendari” che si andranno a  formare  nelle principali città e Comuni del Paese. Saranno loro a rappresentare la struttura portante del nuovo partito. E Bassolino, con la sua accorsata Fondazione Sudd, si candida  ad esserne un riferimento diretto ed essenziale sotto il Garigliano. Di nuovo Vicerè, come ai vecchi tempi. Ovviamente Valeria Valente deve perdere, ma questo non se lo sono detti e l’ex governatore non farà niente, come ha spiegato nel post pubblicato su Fb appena dopo l’incontro con il premier-segretario, per agevolarla. “Si arrangi da sola” con i suoi ‘amici’ se ne è capace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...