De Magistris-Pd, prove di ‘matrimonio’

Entrambi senza speranza non gli resta che cercare di mettere insieme le rispettive debolezze per provare a formare un ‘cartello’ che, alle prossime elezioni comunali, possa sperare di contrastare la conquista di Palazzo San Giacomo al centrodestra. Il quale, pur se a sua volta messo male, può per lo meno contare a proprio favore sull’ormai più che trentennale assenza dalla stanza dei bottoni del governo della città. De Magistris e il Pd, insomma, sono costretti a fare di necessità virtù per evitare l’uno di uscire dalla scena pubblica con il serio problema di doversi inventare un nuovo lavoro dopo avere troppo sbrigativamente gettato la toga, l’altro a perdere definitivamente il controllo politico-culturale della terza metropoli italiana dopo lo Tsunami delle ultime amministrative. Il sindaco ha bisogno di un partito, i democratici di un candidato e le due necessità possono incontrarsi. Certo, ci saranno da vincere le incendiare resistenze delle varie anime del Pd che non vedono l’ora di sbarazzarsi una volta per tutte dell’egosindaco e dei suoi ‘fumosi’ seguaci, ma un’endorsement di Renzi, su cui punta De Magistris, potrebbe rendere possibile quel che adesso può apparire come un’ipotesi campata in aria o quanto meno molto azzardata. Di sicuro i segnali che si registrano nelle ultime settimane sembrano andare in questa direzione. Il neo segretario provinciale dem, il renziano Venanzio Carpentieri, sindaco pure lui di Melito, ha incontrato il suo collega partenopeo e nelle dichiarazioni rese in merito all’atteggiamento che il partito avrà nei riguardi dell’amministrazione ha mostrato ampia apertura al dialogo e alla costruzione di un rapporto nuovo improntato alla reciproca comprensione e collaborazione. Insomma, se son rose fioriranno, di tempo a disposizione ce n’è abbastanza, ancora due anni e mezzo circa prima di ritornare al voto. L’unica incognita, nel frattempo, è “se ne usciremo vivi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...